Beata Vergine Maria del Monte Carmelo

Testi di spiritualità - Epoca Contemporanea

Beaudenom Léopold (1840-1916)

Pratica della umiltà

L'umiltà! Tutta la tradizione cristiana è unanime nell’esaltarla, tutte le anime pie ne sono affamate; Gesù l'ha elevata all'altezza della redenzione associandola al dolore; ed inoltre, non la vuole e mantiene forse come un'aureola intorno all'Eucarestia? Dove essa manca, manca la virtù. Iddio penetra e riempie solo il vuoto che essa gli fa.
Ma questa prodigalità di elogi apporta luce? E questa ammirazione generale forma la piena convinzione? Oh! quanto vago resta nelle idee e nelle coscienze! Quanta insufficienza quasi dappertutto! E se la natura stessa dell'umiltà è poco conosciuta, la sua sfera d'influenza è conosciuta anche meno.

Le meditazioni lungamente pensate di questo libro sono preparate e dirette agli spiriti seri che vogliono comprendere ed alle anime pie che vogliono progredire.
Le grandi cose sono sempre nascoste nelle profondità; le ricchezze minerali giacciono sotto la crosta terrestre; prodigi di forza sembra che dormano nella inerte materia; meraviglie di meccanismo scherzano nei movimenti del mondo siderale, e si intravedono nelle viscere dell'essere vivente segreti così profondi che nessuno è capace di svelare. Osservate, osservate bene... in fondo all'umiltà regna un che d'infinito; noi siamo in pieno soprannaturale.
La virtù presa nel suo insieme è una vita; ciascuna virtù è uno dei suoi organi. Non vi è dubbio, ogni virtù ha le sue proprie bellezze, tuttavia ciascuna si riveste anche della bellezza delle sue sorelle per il fatto dell'unità della vita e delta legge di ricambio. Ciò nonostante alcune vi partecipano più da vicino, più largamente e con maggiore continuità, in un modo più necessario; la vita stessa si muove in ogni parte dell'insieme, persino nella più intima, ma non vi si estende, e non vi brilla nella stessa guisa. Noi ci accingiamo a studiare la parte che spetta all'umiltà; e forse vi scopriremo un'umiltà che non conoscevamo.
Per avanzare però con passo sicuro dobbiamo andare adagio e con metodo; prima di giungere alle sommità bisogna attraversare delle regioni prive di ogni allettamento ed arrampicarsi su per erte difficili. Affinché la strada ci sia meno penosa la percorreremo con l'aiuto di vari mezzi : studi che ci presentano vedute generali ; osservazioni più brevi che delucidano un punto oscuro; riflessioni pie che pongono in mostra i risultati d'una scoperta; ma. soprattutto, meditazioni profonde che immergono l'anima in un'atmosfera di verità sotto il gran sole della grazia.
Le anime di buon volere non si scoraggino dinanzi a queste sublimi verità giudicandosi impotenti a penetrarle; piuttosto tengano lo sguardo fisso nella luce dall'alto. La scienza umana si comunica solo ai seguaci del mondo, ma la scienza di Dio è data con prodigalità ai piccoli ed agli umili: questi non hanno bisogno di lunghi ragionamenti. Se, dunque, qualche parte di questo libro e oscura per essi, non si affliggano né si perdano d'animo: la luce li attende forse allo svolto di una via. sotto una frase più semplice, ma pure piena di verità. Talvolta un semplice particolare può essere una rivelazione per certe anime.
Tuttavia, per appagare coloro che amano di sintetizzare daremo una rapida occhiata al cammino che dovremo percorrere in tutto questo libro. Basta che gettiamo un primo sguardo sull'umiltà come virtù speciale, ed un secondo sopra la sua sfera d'influenza.