Beata Vergine Maria del Monte Carmelo

Dizionario di spiritualità

Il dizionario di spiritualità si presenta come un’antologia di testi tratti dalla Sacra Tradizione della Chiesa Cattolica. La scelta dei temi, più che di rigore scientifico, è il frutto della risonanza che questi hanno prodotto nel cuore dei membri dell’Associazione che, avendone fatto oggetto di studio e di meditazione, li propongono ai lettori per condividere in pienezza la gioia di un incontro.

La lettura spirituale, infatti, situando il lettore nell’atto della Rivelazione, insegna, convince, corregge, forma alla giustizia l’uomo di Dio, abilitandolo a riconoscere in se stesso o a disporsi ad accogliere la stessa opera che Dio ha compiuto nell’autore, come un padrone di casa che estrae dal suo tesoro cose nuove e cose antiche.

Seleziona inziale lemma: a  b  c  d  e  f  g  h  i  j  k  l  m  n  o  p  q  r  s  t  u  v  w  x  y  z 
Tutta la lista

Immacolata concezione della Vergine Maria

Autore Faber W.

Il Verbo nel seno del Padre cerca un'altra dimora, una dimora creata. Sembrerà che egli lasci la sua dimora increata e tuttavia non la lascerà. Sembrerà che egli si sia lasciato attirare fuori dalla sua cinta, mentre in realtà continuerà a riempirla delle sue delizie, come ha sempre fatto. Egli uscirà e tuttavia resterà, nello stesso tempo che uscirà. Dove andrà, dunque? Quale genere di dimora converrà a Colui la cui dimora è il seno del Padre; a Colui che creerà questa dimora e la chiamerà alla felicità della sua esistenza? [...] La sua dimora sarà sufficientemente meravigliosa, perché non c'è alcun limite alla sua sapienza; essa sarà sufficientemente gloriosa, perché non c'è alcun limite alla sua potenza; essa gli sarà cara al di là di tutto ciò che possiamo dire o pensare, perché non c'è alcun termine al suo amore. [...] La sua dimora creata sarà una dimora tale che la potenza di un Dio, la sapienza di un Dio, l'amore di un Dio potranno sceglierla fra tutto ciò che è possibile a un Dio realizzare [...] Il Verbo glorioso, adorabile ed eterno, nel vasto spazio offerto alla sua libera scelta, ha predestinato il seno di Maria per essere la sua dimora creata e ha formato con un amore pieno di compiacenza, il Cuore immacolato che egli stesso doveva occupare. (FABER W., Betlemme, cap. II).