Beata Vergine Maria del Monte Carmelo

Dizionario di spiritualità

Il dizionario di spiritualità si presenta come un’antologia di testi tratti dalla Sacra Tradizione della Chiesa Cattolica. La scelta dei temi, più che di rigore scientifico, è il frutto della risonanza che questi hanno prodotto nel cuore dei membri dell’Associazione che, avendone fatto oggetto di studio e di meditazione, li propongono ai lettori per condividere in pienezza la gioia di un incontro.

La lettura spirituale, infatti, situando il lettore nell’atto della Rivelazione, insegna, convince, corregge, forma alla giustizia l’uomo di Dio, abilitandolo a riconoscere in se stesso o a disporsi ad accogliere la stessa opera che Dio ha compiuto nell’autore, come un padrone di casa che estrae dal suo tesoro cose nuove e cose antiche.

Seleziona inziale lemma: a  b  c  d  e  f  g  h  i  j  k  l  m  n  o  p  q  r  s  t  u  v  w  x  y  z 
Tutta la lista

Libertà

Autore Francesco di Sales s.

Ogni uomo per bene è libero dagli atti che costituiscono peccato mortale e non li ama assolutamente. Ecco la libertà necessaria per la salvezza. Cioè la libertà dei figli prediletti. E che è?  E' un distacco del cuore cristiano da tutte le cose che permette all'anima di seguire in tutto la volontà di Dio a misura che la conosce. Lo spirito di libertà porta l'anima a non mirare se non ad altra cosa, se non a questo: che il nome di Dio sia santificato, che sua Maestà regni in noi e che si compia la sua volontà. Il cuore che ha questa libertà non è attaccato alle consolazioni, ma riceve le afflizioni con dolcezza; non si attacca minimamente agli esercizi spirituali, così che se, per una malattia o per un'altra ragione, non li può compiere, non ne prova nessun dispiacere; non perde quasi mai la sua gioiosità, perché nessuna privazione rattrista colui che non ha il cuore attaccato a nulla. La volontà di Dio si conosce non solo attraverso la necessità e la carità, ma anche attraverso l'ubbidienza e che, quindi, colui che riceve un ordine deve pensare che quella è volontà di Dio. (FRANCESCO DI SALES, Lettere di amicizia spirituale, San Paolo 2003, p. 40).

Autore Merton Thomas

LIBERTÀ INTERIORE - Prima che ci possa essere una qualche libertà esteriore, l'uomo deve imparare a trovare la strada verso la libertà dentro di sé. Perché solo allora può permettersi di allentare la sua presa sugli altri, e lasciarli allontanare da sé, perché a quel punto egli non ha bisogno della loro dipendenza. È il contemplativo che conserva viva questa libertà nel mondo, e mostra agli altri, oscuramente e senza rendersene conto, cosa significhi la vera libertà.

È questa la ragione per cui san Gregorio di Nissa ha detto che il contemplativo, il quale ha ristabilito nella sua anima l'immagine di Dio, è l'uomo veramente libero, perché è il solo che possa camminare con Dio, come Adamo aveva camminato con lui nel Paradiso. È il solo che possa stare e parlare liberamente con Dio suo Padre, con totale fiducia. È il solo che possa sostenere degnamente la sua dignità di figlio di Dio e di re della creazione di Dio.

L'anima umana quindi manifesta il suo fiero carattere regale, lungi da ogni bassezza, nel fatto di essere senza padrone, autonoma, disponendo della sua sovranità mediante le sue decisioni. Dopo tutto la nostra anima non è l'immagine di colui che regna su tutto? ed è precisamente in questa dignità regale, in cui è stata creata, che risiede la somiglianza dell'anima con Dio. (MERTON THOMAS, L'esperienza interiore. Note sulla contemplazione, San Paolo, Cinisello Balsamo 2005, p. 251).