Beata Vergine Maria del Monte Carmelo

Dizionario di spiritualità

Il dizionario di spiritualità si presenta come un’antologia di testi tratti dalla Sacra Tradizione della Chiesa Cattolica. La scelta dei temi, più che di rigore scientifico, è il frutto della risonanza che questi hanno prodotto nel cuore dei membri dell’Associazione che, avendone fatto oggetto di studio e di meditazione, li propongono ai lettori per condividere in pienezza la gioia di un incontro.

La lettura spirituale, infatti, situando il lettore nell’atto della Rivelazione, insegna, convince, corregge, forma alla giustizia l’uomo di Dio, abilitandolo a riconoscere in se stesso o a disporsi ad accogliere la stessa opera che Dio ha compiuto nell’autore, come un padrone di casa che estrae dal suo tesoro cose nuove e cose antiche.

Seleziona inziale lemma: a  b  c  d  e  f  g  h  i  j  k  l  m  n  o  p  q  r  s  t  u  v  w  x  y  z 
Tutta la lista

Missione

Autore Teresa di Lisieux s.

O Gesù, nonostante la mia piccolezza, vorrei illuminare le anime come i profeti, i dottori; ho la vocazione di essere apostolo. Vorrei percorrere la terra, predicare il tuo nome e piantare sul suolo infedele la tua croce gloriosa ma una sola missione non mi basterebbe, vorrei al tempo stesso annunciare il Vangelo nelle cinque parti del mondo e fino nelle isole più remote. Vorrei essere missionaria non soltanto per qualche anno, ma vorrei esserlo stato fin dalla creazione del mondo ed esserlo fino alla consumazione dei secoli. Ma vorrei soprattutto, mio amato Salvatore, vorrei versare il mio sangue per te, fino all'ultima goccia. (TERESA DI LISIEUX, S., Scritto autiìobiografico B, 251).

Autore Merton Thomas

Vedi Contemplazione / Preghiera

Autore Nouwen H. J.

[I discepoli] sono diventati persone nuove. Sono stati dati loro un cuore nuovo e uno spirito nuovo. Persone con una nuova missione, persone che, insieme, hanno qualcosa da dire, qualcosa di importante, qualcosa di urgente, qualcosa che non può rimanere nascosto, qualcosa che deve essere proclamato. Felicemente ognuno di loro ha l’altro. Nessuno crederebbe a uno soltanto di loro. Ma quando parleranno insieme otterranno un bell’ascolto. Gli altri hanno bisogno di sapere poiché anch’essi avevano posto tutte le loro speranze in Lui.
È importante rendersi conto che la missione, prima di tutto, è una missione a coloro che non sono estranei per noi. Questi ci conoscono e, come noi, hanno sentito di Gesù, ma si sono scoraggiati. La missione è sempre prima di tutto ai nostri, alla nostra famiglia, ai nostri amici, a coloro che fanno parte intimamente della nostra vita. Riconoscere questo non ci conforta.
La nostra vita di poco conto diventa grande parte dell’opera misteriosa della salvezza di Dio. Quando ciò avviene, niente è più accidentale, casuale o futile. Persino l’evento più insignificante parla il linguaggio della fede, della speranza e, soprattutto, dell’amore. (. NOUWEN H. J., La forza della sua presenza).