Beata Vergine Maria del Monte Carmelo

Semi di contemplazione

Semi di Contemplazione, foglio di spiritualità con cadenza mensile, è la traduzione curata dalla Confraternita Beata Vergine Maria del Monte Carmelo, del bollettino Oraison edito dall’Association Saint Jean de la Croix con sede nella diocesi di Bourges a Mers-sur-Indre, una piccola località del Berry, nel cuore della Francia, il cui moderatore è il padre Max Huot de longchamp.

Il foglio si compone di un passo tratto da un testo della Tradizione cristiana con un breve commento sull’autore e sul contenuto, e di un approfondimento di una tematica connessa alla vita di preghiera. Una breve rubrica, a cura del moderatore della Confraternita, Mons. Antonino Raspanti, chiude il foglio. Dal numero 100 conclusa l’Orazione dalla A alla Z, p. Max risponde alle domande più frequenti in materia di Orazione attraverso le parole dei grandi amici di Dio, dando vita a L’Orazione in domande.

Il foglio intende sostenere coloro che, toccati da Cristo, hanno deciso di accogliere la Sua proposta di condividere pienamente la loro vita con Lui, lasciando entrare Cristo in ogni angolo dell’esistenza, per non dividersi mai da lui; il salmista li chiama beati perché hanno deciso nel loro cuore di intraprendere il santo viaggio. Le parole dei grandi amici di Cristo sono fonte di luce e di gioia, come sa bene chi l’ha provato: fonte di luce perché aiutano a comprendere se stessi e la strada che si sta percorrendo, spesso avara di luci; fonte di gioia perché la condivisione fraterna delle meraviglie divine operate nei fedeli accresce la gioia di ogni cristiano.
Quando Dio agisce nel credente, crea sempre qualcosa di nuovo e di irrepetibile, che compie la naturale singolarità della persona. Discernere quest’opera per assecondarla è una necessità e un travaglio, che la stessa persona vive talvolta in modo doloroso. Ella cerca riscontri che non sempre le sono concessi, con il pericolo che, delusa e scoraggiata, abbandoni il cammino. In realtà il Signore la conduce e la sostiene nella comunione dei santi, cioè la Chiesa, dove ella scopre lentamente la sua singolarità esaltata nella relazionalità.

Ci auguriamo che il presente foglio fornisca qualche piccola luce a quei beati in cammino mentre, certo, non recherà dispiacere a coloro che sono avanti in esso.

Anno: 2019 2018 2017 2016 2015 2014 2013 2012 2011 2010 2009 2008 2007 2006 2005 2004 2003 2002 2001

Numero 22 - Dicembre 2001

Nulla di così sicuro come la notte

Autore: Molinos Miguel de, 1628-1696

Nella sua Guida spirituale M. Molinos spiega come la pietra d’inciampo di ogni vita spirituale è la necessaria impotenza in cui non si può formare più alcun progetto, stato proprio di ogni anima che è introdotta da Dio nella contemplazione. Nell’orazione dalla A alla Z leggiamo D come Distrazioni. Il tema della rubrica è: Ti espongo la mia causa e resto in attesa…

Numero 21 - Novembre 2001

Un amore incandescente

Autore: Saint-Samson Jean de, 1571-1636

Gli insegnamenti spirituali di quest’autore sono all’origine della riforma detta di Turenna del carmelo francese, segnata dal misticismo e dall’austerità. La nostra felicità è di amare Dio perfettamente e ciò è possibile sulla terra come in cielo, anche se la morte inaugura una nuova dilatazione di questa felicità. Nell’orazione dalla A alla Z leggiamo D come Discernimento. Il tema della rubrica è: Signore, sei mio scudo tutt’intorno.

Numero 20 - Ottobre 2001

La felicità dell'unione con Dio

Autore: Maria dell'Incarnazione b., 1599-1672

L’autrice è immersa molto presto nelle delizie dell’unione totale a Dio caratterizzata dal matrimonio spirituale. Ciò è stato reso possibile per tutti dalla resurrezione di Gesù, ma pochi ne approfittano e non tutti sono chiamati a vivere questa unione secondo la stessa consapevolezza. Nell’orazione dalla A alla Z leggiamo D come Direzione. Il tema della rubrica è: Tu sei mio figlio, io oggi ti ho generato.

Numero 19 - Settembre 2001

Cos'è la preghiera

Autore: Giovanna di Chantal s., 1572-1641

Fondatrice della Visitazione con s. Francesco di Sales, s. Giovanna spiega alle visitandine come le vie di Dio nell’anima sono totalmente insensibili perché soprannaturali. Non il sentimento che ne abbiamo ma il compimento della sua volontà è l’indizio più certo della sua presenza in noi. Nell’orazione dalla A alla Z leggiamo D come Desiderio. Il tema della rubrica è: “La sua legge medita giorno e notte”.

Numero 18 - Luglio/Agosto 2001

Beata solitudine

Autore: Guglielmo di Saint-Thierry, 1085-1148

L’autore paragona il ruolo svolto dalla cella del religioso a quello di un piccolo deserto individuale, propizio ad un’esperienza radicale di Dio. Anche se qui si rivolge a dei monaci, ciò che Guglielmo dice della solitudine si applica a tutti coloro per i quali cercare il volto di Dio è il cuore della vita. Nell’orazione dalla A alla Z leggiamo D come Deserto. Il tema della rubrica è: Fedeltà alla preghiera.

Numero 17 - Giugno 2001

Alla sorgente della contemplazione

Autore: Blois Louis de, 1506-1566

Nella Istituzione spirituale troviamo alcune delle pagine più lucidi e potenti sulla trasformazione dell’uomo in Dio. In questo passo è riassunto il movimento ascensionale di trasformazione dell’anima quando si lascia portare dal soffio divino. Nell’orazione dalla A alla Z leggiamo D come Depressione. Il tema della rubrica è: Lo Spirito di verità.    

Numero 16 - Maggio 2001

La preghiera, Pasqua di Cristo in noi

Autore: Bonaventura s., 1221-1274

Fedele  alla  lettura  classica della Bibbia, s. Bonaventura mira a farci comprendere che si compie in noi oggi ciò che è iniziato nella storia santa: la Pasqua del popolo ebraico anticipa quella di Gesù, che continua in quella del cristiano. Tutta la vita cristiana consiste in questo passaggio dalla morte (Egitto pagano) alla vita eterna (la terra promessa) lungo un esodo che abbraccia il progresso dell’anima. Nell'orazione dalla A alla Z leggiamo: C come Croce. Il tema della rubrica è: Lo Spirito chiede per noi con gemiti ineffabili.

Numero 15 - Aprile 2001

Le audacie dell'amore

Autore: Lorenzo della Risurrezione, 1614-1691

Dio è più che l’amore di Dio: Egli è l’amore alla sua fonte. A questa fonte vuole andare fra’ Lorenzo, nella pura trasparenza di un dono di sé che non s’ingombra con la propria felicità. Nell’orazione dalla A alla Z leggiamo C come Contraddizioni. Il tema della rubrica è: Conformarsi al Crocifisso.

Numero 14 - Marzo 2001

La sovrana libertà di Dio

Autore: Surin Jean-Joseph, 1600-1665

Allievo dei gesuiti prima di entrare a sua volta nella Compagnia, Surin descrive la vocazione del contemplativo come una seduzione da parte di Dio che colloca la vittima in una logica diversa da quella del mondo. Questa separazione da ciò che prima la faceva correre, poco a poco la spoglia da se stessa, dilatandola secondo la misura di Dio. Nell'orazione dalla A alla Z leggiamo C come Contemplare. Il tema della rubrica è: In cammino verso la Pasqua.

Numero 13 - Febbraio 2001

Orazione in vacanza

Autore: Liberman François, 1802-1852

In questa lettera a un confratello in vacanza F. Liberman lo mette in guardia dal ricadere nella logica di una vita regolata dalle contentezze naturali; questa vigilanza permette a Dio di esercitare su di noi la sua attrazione laddove la nostra negligenza ci trascina nella pura distrazione da lui. Nell'orazione dalla A alla Z leggiamo C come Consolazione. Il tema della rubrica è: Nascondimento e libertà.

Numero 12 - Gennaio 2001

Alcune trappole del demonio

Autore: Lallemant Louis, 1588-1635

Nella Dottrina spirituale, raccolta di appunti presi dai suoi discepoli, L. Lallemant sottolinea come la pace e la tranquillità sono indizio dell’accordo profondo con la volontà di Dio; ecco perché tutto ciò che toglie la pace e la tranquillità viene dal demonio il quale mira ad intaccare l’armonia tra il Padre e i suoi figli. Nell’orazione dalla A alla Z leggiamo C come Conoscere. Il tema della rubrica è: La vita nascosta di Gesù.