Obbedienza

Autore Barsotti D.

La nostra libertà esige prima il rinnegamento, la morte al peccato perché, aderendo a Dio, attraverso l’uomo la vita di Dio si dispieghi nel mondo. Il cammino dell’anima nella vita spirituale per quanto riguarda il rapporto con Dio è un rapporto di obbedienza. All’inizio è certo una morte – abneget semetipsum (Mc 8,34) -, un rinnegamento di sé ma per la conquista del vero nostro io, per un ritorno dall’alienazione in cui ci ha posto il peccato, al pieno possesso del nostro essere in Dio, finché nell’adesione a Dio l’anima nostra possa sempre più vivere la libertà divina e sempre più possa espandersi e dilatarsi nell’immensità della vita di Dio. Per questo l’obbedienza è la via della vita! Volerci dispensare dall’obbedienza a Dio è dispensarci dalla vita, è rimanere rattrappiti nel nostro piccolo io, chiusi, soffocati nel peccato, alienati a noi stessi, al nostro vero io. (BARSOTTI D., Ascesi di comunione, San Paolo, Cisinello Balsamo 2007, p. 47).

 

Torna alla lista

Calendario eventi

Dicembre, 2022