Presenza

Autore Francesco di Sales s.

PRESENZA DI DIO – Tenersi alla presenza di Dio e mettersi alla presenza di Dio, sono a mio avviso, due cose diverse. Per mettersi alla presenza di Dio occorre richiamare l’anima da qualsiasi altro progetto e renderla attualmente attenta a questa presenza, come dico nel libro Introduzione alla vita devota. Però quando uno si è messo alla presenza di Dio, vi resta finchè, con l’intelletto o con la volontà, compie atti verso Dio sia pensando a Lui e sia pensando a qualche altra cosa per amore di Lui, o anche non pensando a nulla, ma parlandogli, o anche senza pensare né parlare a Lui, ma semplicemente rimanendo dove Egli ci ha messi, come una statua nella sua nicchia. Io penso che ci teniamo alla presenza  di Dio anche dormendo, perché ci addormentiamo sotto il suo sguardo, con la sua approvazione e per la sua volontà; ed Egli ci mette sul letto come statue nelle loro nicchie. E quando ci destiamo, vediamo che Egli è vicino a noi. Dunque, ci siamo tenuti alla sua presenza ma con gli occhi chiusi. Dio ci tiene con la sua mano e non ci abbandonerà mai. (FRANCESCO DI SALES, Lettere di amicizia spirituale , S. Paolo 2003, pp. 112-113).

 

Torna alla lista

Prossimi eventi