San Giovanni della Croce
Ritiri spirituali mensili

San Giovanni della Croce – Notte Oscura I – capitolo 13

In questa notte secca e oscura l’anima si libera anche dalle imperfezioni che aveva nell’avarizia spirituale. Essa bramava ora le une ora le altre cose spirituali; non si sentiva mai soddisfatta degli uni e degli altri esercizi pietà, a motivo della brama dell’appetito e del gusto che trovava in essi. Ora, invece, in questa notte secca e oscura va completamente riformata. Non trovandovi più il gusto e il sapore di prima, ma piuttosto disgusto e fatica, pratica le sue devozioni con tanta calma che potrebbe forse peccare per difetto, laddove in passato peccava per eccesso. Ciò nonostante, quelli che Dio pone in questa notte abitualmente Dio dà umiltà e prontezza (sebbene senza sapore), perché compiano solo per Dio quanto loro comanda. Così essi si distaccano da molte cose, perché non vi trovano più gusto.

https://drive.google.com/file/d/1cXMogb_iJksFzDlOawVsnmc–35YMfq8/view?usp=sharing

https://drive.google.com/file/d/1JoN3vswteeuqDEZSGMDs5CjHgSCc32Ay/view?usp=sharing

 

Allegati

La notte oscura – capitolo 13

Calendario eventi

Dicembre, 2022