Semi di contemplazione

Numero 111 – Gennaio 2010 – La grazia del momento presente

Autore: William Faber, 1814-1863

William Faber, nato nello Yorkshire in ambiente anglicano, si converte al cattolicesimo nel 1845. In Conferenze spirituali, Vocazione speciale illustra come la scoperta dell’ìdentità personale avvenga nell’ambito di una relazione originaria, quella tra Dio ed ognuno di noi: proprio perché Dio mi ama, io prendo coscienza di me stesso, di “questo me differente dagli altri”, di questo “qualcosa che non ha nome e che Dio ha preferito”. che mi permette di essere me stesso, e non un altro. Noi siamo amabili solo perché lui ci ama, ed esistiamo solo perché egli ci ama per primo. Dio non ama l’umanità in generale, egli ama me “con tanta tenerezza e intensità” come se fossi solo al mondo, e come se il mondo e i suoi abitanti non fossero stati creati che per me solo. Quest’amore singolare di Dio per me determina la mia vocazione particolare, poiché il mio destino è interamente nel dialogo con lui, di cui il primo atto fu la mia creazione. Durante questo dialogo, facendo sempre meglio conoscenza di Dio, scoprirò sempre più questa vocazione tramite “il buon uso del momento presente”. E ogni momento della mia vita diviene allora la parola d’amore di Dio per me, nell’istante stesso in cui mi dona di viverla, fornendomi la luce e la grazia necessarie proprie per quell’istante.

L’orazione in domande risponde a: «Da quale età un bambino può praticare l’orazione? … C’è un metodo specifico d’orazione per i bambini?».

Il tema della rubrica è: Conoscenza di sé e di Dio.

 

La grazia del momento presente – 111

Prossimi eventi