Semi di contemplazione

Numero 175 – Novembre 2015 – Quando Dio si nasconde…

Quando Dio si nasconde…

Autore: Simon di Bourg-en-Bresse

Commento di P. Max Huot de Longchamp:
L’AUTORE Di Simon di Bourg-en-Bresse sappiamo solo le date della sua professione religiosa presso i cappuccini della provincia di Lione nel 1652 e della sua morte a Saint-Étienne nel 1694. Nella sua unica opera conosciuta, Le sante elevazioni dell’anima a Dio, mediante tutti i gradi di orazione, edita nel 1657 e redattaapiù riprese fino al XIX secolo, si presenta come grande lettore della tradizione, come dimostrano le numerose citazioni che arricchiscono il suo testo…
IL TESTO Privata da tutti gli echi sensibili degli inizi della vita spirituale, spesso l’anima non percepisce più che un vuoto angosciante là dove prima “sentiva” Dio. Padre Simon la invita a leggere positivamente quello che lei interpreta, a torto, come un abbandono o una punizione di Dio.
§ 1. «Quando diciamo che non possiamo trovare Dio e che ci sembra così lontano da noi, vogliamo dire che non possiamo avere il sentimento della sua presenza… Molti non fanno per nulla differenza tra Dio e il sentimento di Dio, tra la fede e il sentimento della fede. Questo è un grande errore!» ci direbbe Francesco di Sales. L’amore non è sentire l’amore, ma viverlo come dono di sé a colui che si ama. Ecco perché non si può amare Dio e contemporaneamente voler sentire di amarlo. Questo non vuol dire che l’amore deve rendere infelici, ma che la vera sensazione d’amare è quella di amare ancora e sempre senza interessarsi di sé. Anche se “il vecchio uomo” che non finisce mai di morire in noi, risente dolorosamente questa perdita, la fedeltà ad amare malgrado quest’assenza nell’essere ricambiati, prova che Dio produceallora in noi “atti molto nobili del suo amore”.
§ 2.Questa insensibilità nella preghiera segue…
L’IMITAZIONE DI GESÙ CRISTO
Tradotto e commentato per i lettori di Semi.
La vera scienza (seguito)
I,5. Sulla lettura delle Sacre Scritture
Nella Sacra Scrittura bisogna cercare la verità, e non l’eloquenza. Tutta la Sacra Scrittura deve essere letta nello Spirito con cui è stata redatta.Prima di tutto dobbiamo cercare l’utilità più della sottigliezza dei ragionamenti. Dobbiamo, anche, leggere volentieri sia i libri pii e semplici che quelli elevati e profondi.
Il tema della rubrica è:
La superbia, tentazione della mente.

Calendario eventi

Novembre, 2022