Semi di contemplazione

Numero 181 – Maggio 2016 – Domandare nella preghiera

Domandare nella preghiera

Autore: S. Agostino

Commento di P. Max Huot de Longchamp:
§ 1. Perché domandare a Dio quello che ci darà ad ogni modo per il nostro bene, o che non ci darà in alcun modo in caso contrario? La preghiera non è fatta per cambiare la volontà di Dio, ma per appropriarsene: occorre entrare nel modo di vedere e volere di Dio, vivere più coscientemente la nostra relazione filiale con lui. In tal senso la preghiera basta a se stessa e non è finalizzata ad altro che a se stessa, così come una conversazione tra due persone che si amano, mira solo a coltivare la felicità di amarsi…
L’IMITAZIONE DI GESÙ CRISTO
Tradotto e commentato per i lettori di Semi
L’obbedienza e l’umiltà (seguito e fine)
III,13. L’obbedienza dell’umile religioso sull’esempio di Gesù (fine)
Impara ad obbedire, tu che sei polvere! Impara ad umiliarti, tu che sei terra e fango, e ad abbassarti sotto i piedi di tutti! Impara a spezzare la tua volontà, e ad abbandonarti in tutta sottomissione; sii determinato con te stesso, non permettere all’orgoglio di vivere in te, ma mostrati così sottomesso e così piccolo che tutti possano camminare su di te e calpestarti come il fango sulla piazza pubblica…
Il tema della rubrica è:
Ottimismo o speranza?

Domandare nella preghiera – 181

Prossimi eventi