Semi di contemplazione

Numero 186 – Novenbre 2016 – Un’anima perduta in Dio

Un’anima perduta in Dio

Autore: André duVal

Commento di Padre Max Huot de Longchamp

L’AUTORE Cfr.: Semi n° 116. IL TESTO Nella seconda parte della biografia di Maria dell’Incarnazione (= signorina Acarie al secolo, da non confondere con Maria dell’Incarnazione Guyart, evangelizzatrice del Québec), consacrata alla vita spirituale, André du Val parla della perfetta uguaglianza dell’anima della diletta, dovuta a una subordinazione armoniosa dei differenti livelli della sua anima, permettendo, per analogia, di comprendere come i santi, cominciando da Gesù stesso, sono presenti al mondo e alle sue difficoltà,rimanendo, in modo assoluto, completamente presenti a Dio…
 L’IMITAZIONE DI GESÙ CRISTO Tradotto e commentato per i lettori di Semi. Le prove della vita III,18 Sull’esempio di Cristo, le miserie terrene si devono sopportarecon uniformità d’anima. Il Signore: Figlio mio, sono disceso dal cielo per la tua salvezza; ho preso su di me la tua miseria, non per necessità, ma per il fascino della carità, perché tu apprenda la pazienza e porti come conviene le miserie terrene. In effetti dal momento della mia nascita fino alla mia morte in croce, l’essere sottomesso al dolore non mi è mancato; ho mancato enormemente delle cose umane; ho spesso ascoltato delle lamentele nei miei confronti; ho sofferto con bontà tafferugli e insulti; ho ricevuto ingratitudine in cambio di miei benefici, blasfemia in cambio di miracoli, rimproveri in cambio di miei insegnamenti… Il Servo: Signore, perché tu sei stato paziente durante la tua vita, compiendo perfettamente in ciò la volontà di tuo Padre, è giusto che io, miserabile peccatore, mi accetti pazientemente, secondo la tua volontà, e che porti, finché tu lo vorrai per la mia salvezza, il peso di questa vita corruttibile. Infatti, anche se la vita presente è percepita come pesante, la tua grazia fa sì che già adesso essa divenga piena di meriti, e che sull’esempio tuo e alla sequela dei tuoi santi, divenga più sopportabile e luminosa. Ѐ molto più consolante che non al tempo…
Il tema della rubrica è:
Debolezza umana e tenerezza del Padre.

Prossimi eventi